• A A A
  • RUGBY AL LICEO CASIRAGHI

    Al Liceo Giulio Casiraghi di Cinisello sono ripresi gli allenamenti della squadra maschile di  rugby alla quale si affianca, da quest’anno, la squadra femminile.

    Alla guida di quest’ultima, Lisa Calabrese, giocatrice del Rugby Monza Seria A e Campionessa d’Italia della passata stagione.

    Cogliamo l’occasione per fare con Lei una chiacchierata.

     

    Come hai conosciuto il rugby?

    Ho incontrato Silvia Gaudino, il capitano della nazionale italiana di rugby femminile, le ho chiesto di allenarmi anch’io con la squadra, ma solo per la parte atletica.

    Però poi ho finito tutto l’allenamento presa dall’entusiasmo.

     

    Com’è stata la prima volta che hai giocato?

    È stato un torneo in Svizzera, il mio ex allenatore Carlo Gaudino mi ha “buttato” in campo nonostante avessi preso parte a pochissimi allenamenti.

    Inesperta e intimorita dalle avversarie ricordo di aver preso delle belle botte, ma non mi sono arresa, anzi, mi è servito per imparare che nel rugby come nella vita non bisogna mai mollare: così ho continuato. Non occorre essere dei fenomeni, servono umiltà, determinazione e costanza.

     

    Che cosa fai ora?

    Continuo a giocare in serie A con il rugby Monza, abbiamo vinto lo scudetto e siamo le campionesse in carica. Lottiamo per riconfermarci al massimo livello.

    Collaboro con il prof. Donato Basile insegnando rugby nelle scuole.

    Il suo progetto mi è piaciuto fin da subito e il suo entusiasmo mi ha contagiato.

    Così abbiamo iniziato insieme la scommessa del rugby femminile nella vostra scuola.

     

    Ci parli della squadra femminile del liceo Casiraghi?

    All’inizio è stata dura, tutto è iniziato con sole tre ragazze: Giulia, Irene e Noemi. Sì, erano poche, invece il gruppo di ragazzi era sempre numeroso. Non abbiamo mai smesso di crederci, solo così siamo riusciti ad andare avanti e adesso ci sono in tutto 16/18 ragazze.

    Ci troviamo insieme al gruppo maschile ogni venerdì dalle 14,30 per l’allenamento, focalizzato sui fondamentali, su alcuni aspetti tattici e sulla conoscenza delle regole di base.

    Le ragazze sono motivate e non vedono l’ora di imparare e di mettersi alla prova. Infatti ci stiamo preparando per partecipare al campionato studentesco del 23 maggio a Cinisello e al torneo nazionale di rugby delle scuole che si terrà a Jesolo dal 22 al 23 maggio.

    Lisa poi ci presenta Giulia, una delle ragazze della “prima ora” . Giulia ha cominciato ad allenarsi anche con la squadra under 16 del rugby Monza.

     

    Cosa ti appassiona del rugby?

    È il contatto con le avversarie e con il terreno, il sostegno reciproco, il sentirsi parte di un gruppo.

    E poi se vuoi giocare davvero a rugby, non puoi farlo chiusa in palestra, bisogna andare al campo, là dove senti l’erba sotto i piedi e devi superare il timore del contatto, di placcare e di essere placcata.

    Giocare a rugby mi fa sentire libera.

     

    A cura di Tiberio Galbiati (Studente del Liceo)

     

     

    Photo Gallery

     

    rugby ragazzi

     

    rugby ragazzi4

    rugby ragazzi8

    Sito realizzato da Francesco Saragò su modello dalla comunità di pratica Porte aperte sul web.
    Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale di Creative Commons